Innovazione e gestione della pressione per l’efficientamento della rete idrica

distrettualizzazione

La gestione della perdite idriche è uno strumento imprescindibile per ottimizzare il funzionamento della rete acquedottistica. Le procedure utilizzate in tale ambito sono basate:

Sul controllo attivo delle perdite, sulla gestione della pressione, data la relazione che intercorre tra pressione e portata della rete, sulla celerità degli interventi di riparazione e sui piani di manutenzione programmata.

I sistemi smart per la misura delle portate e delle pressioni offrono un notevole supporto alla gestione dei suddetti elementi e facilitano la creazione di distretti idrici, poiché consentono di ottenere informazioni sullo stato di un nodo o di una rete e di intervenire rapidamente, qualora fosse necessario.

Nonostante la loro utilità, però, la diffusione di tali sistemi è ostacolata dal costo elevato e dalla complessità ’installazione e manutenzione richiesti. Nei comprensori acquedottistici aventi ridotta densità delle utenze e limitata estensione, risulta maggiormente efficace l’utilizzo di sistemi di monitoraggio remoto a patto che siano economicamente sostenibili, semplici, autoalimentati e soprattutto dotati di“intelligenza” per rilevare una fallanza ed allertare tempestivamente o preventivamente.

Una sperimentazione in questo senso è stata portata avanti da Piave Servizi S.r.l. nel corso degli anni 2015 e 2016.

Monitoraggio Smart

Piave Servizi S.r.l. è una società di servizi che fornisce l’erogazione idrica ad una popolazione di circa 350.000 persone, con 296 km di adduzione, 2972 km di distribuzione e 431 km di allacciamenti.

Nell’ottica di migliorare il controllo e il riconoscimento delle perdite, nonché della conoscenza del comportamento dinamico della rete, l’azienda, su volontà dell’Ing. Roberto Celegato, Responsabile del settore Gestione Reti Acquedotto e delle attività innovative, ha avviato una sperimentazione di monitoraggio intelligente utilizzando la nostra tecnologia con i MiDoMet Pressure e MiDoMet Special caratterizzati da lunga autonomia, dalla versatilità ed adatti all’installazione in ambienti ostili

Durante una prima fase, stante la necessità di monitorare con affi dabilità la pressione in rete, sono state scelte, nell’area in Lanzago di Silea (TV), le utenze pubbliche che nell’arco della giornata generano i minori consumi (ad es. aree cimiteriali).

Mappa delle installazioni

Oltre la misura della pressione, viene rilevato anche il consumo puntuale, fornendo così un servizio agli enti stessi. I dispositivi, oltre all’ordinario campionamento (ogni ora) ed invio (ogni 8 ore), in caso di superamento delle soglie guardia, allertano immediatamente il sistema di gestione e i contatti autorizzati.

Questo approccio risulta un buon compromesso tra la necessità di avere dati sufficientemente aggiornati e al contempo di essere allertati tempestivamente all’occorrenza di un problema.

Articolo pubblicato su "Servizi a rete" numero 5 di Settembre-Ottobre del 2017

Sistemi utilizzati:

MiDoMet Pressure (scopri)

MiDoMet Special (scopri)

MiDoMet Pressure Probe (scopri)

MiDoMet Level Probe (scopri)

Scroll Up