aree urbane

ambito urbano

In ambito urbano i gestori idrici si appoggiano a delle reti che le statistiche definiscono in ritardo infrastrutturale. Le reti degli acquedotti italiani, infatti, hanno un’età compresa tra i 30 e i 50 anni. Inoltre, eventi pluviometri estremi e siccità le hanno rese oggetto di criticità sempre più crescenti.

In questo scenario caratterizzato da invecchiamento dalle condotte e da una qualità tecnica non adatta, né ad un consumo equo e consapevole, né alle normative europee è cresciuta la necessità di individuare nuove soluzioni. Il miglioramento e ammodernamento del Servizio Idrico Integrato è un passaggio fondamentale per una efficace pianificazione e gestione della preziosa risorsa. Regolare la qualità tecnica deve guidarci verso la definizione di priorità di intervento. La soluzione risiede nell’adottamento di sistemi di telelettura e telecontrollo. Il monitoraggio delle risorse energetiche, in particolare di quelle idriche con sistemi innovativi, facili ed intelligenti consentirà di risolvere l’approccio da quotidiana emergenza a stime di consumi esatti.

L’Autorità ha promosso alcuni progetti di sperimentazione allo scopo di valutare nel settore idrico l'utilizzo di un sistema di telelettura smart metering.
I vantaggi dei sistemi di smart metering sono numerosi: la riduzione dei costi per le letture (che non necessitano dell’operatore in loco), le letture che possono essere effettuate spesso ed autonomamente, inoltre, la gestione del contratto che può essere gestito in modo automatico e a distanza.

I sistemi di smart metering, innovativi e di facile consultazione, rappresentano l’evoluzione dei sistemi di telelettura.
Il sistema di lettura da migliorare è quello a passaggio (walk-by).
Sistema in cui, l’operatore attraverso un terminale dotato di modulo di trasmissione radio ricevitore, passa periodicamente a raccogliere le letture del contatore . Questo metodo risolve la questione della fatturazione fatta su consumo reale, ma è inefficace a rilevare tempestivamente rotture e dispersioni. Il rischio è di essere inefficace rispetto a perdite idriche ed economiche da parte di gestori ed utenti.

come funziona

La tecnologia LoRa consente di realizzare la telelettura in ambito urbano in modo semplice ed efficace, poiché i dati, possono essere inviati fino a 15km. Una rete LoRaWan è economica da realizzare, aperta ed interoperabile. Qualsiasi sensore o dispositivo LoRaWan può essere connesso alla stessa rete. Dopo l'installazione, non richiede canoni di comunicazione come accade con le reti a basso consumo proprietarie, o i dispositivi dotati di modem 2G, 3G o LTE.

comodo, semplice
e veloce

MiDoMet Cloud consente di effettuare un puntuale monitoraggio dei consumi, e verificare tempestivamente perdite, guasti o furti di energia. Il sistema è “multilivello e multiaccesso”, ovvero diversi utenti possono accedere con diverse competenze e finalità: l’amministratore del sistema può farne uso per la fatturazione su consumi reali, il manutentore per il controllo del buon funzionamento degli impianti e l’utente per la visualizzazione dei propri consumi.

i vantaggi della
telelettura

salvadanaio

Risparmio sui costi di gestione

risparmio

Fatturazione sui consumi reali

perdite

Rileva: perdite, anomalie e furti

grafico

Bilancio idrico

calendario

Fatturazione a volumi e/o per fasce orarie

risparmio energetico

Consumo più razionale

smart

Monitoraggio e controllo integrale

grafico torta

Quantifica la risorsa non contabilizzata

Scroll Up